Ecco quando ritorna il concorso per la scuola sospeso

27/11/2020
offerta eipass 7 moduli

I Nostri Enti

Concorso per la scuola, a dicembre se ne dovrebbe sapere di più. Entro il 9 dicembre potrebbe essere pubblicato un nuovo calendario per consentire a tutti i candidati rimasti in attesa di sostenere la prova concorsuale.

Bisogna essere cauti perché tutto dipenderà dall’andamento dei contagi e dalle decisioni del Governo, ma il numero esiguo di prove rimaste in sospeso lascia pensare che la Azzolina tenterà in ogni modo di far concludere lo straordinario entro l’anno.

Tutti i concorsi pubblici, come sappiamo, sono stati sospesi con l’ultimo Dpcm entrato in vigore lo scorso 5 novembre. Il concorso straordinario, che era già partito, ha dovuto interrompere le prove in corso lasciando quasi la metà dei candidati in attesa di novità. Le prove si sarebbero dovute concludere il 9 novembre per poi lasciare spazio al concorso ordinario, con l’attesa prova preselettiva da concludersi entro il 2020: questo era il piano della Ministra Azzolina che ora, alla luce dell’emergenza sanitaria, dovrà essere ripensato.

A quel punto, la prova preselettiva dell’ordinario potrebbe già partire a inizio 2021. Il concorso ordinario, d’altra parte, ha un iter di svolgimento molto più articolato dello straordinario, con più step da superare dopo lo sfoltimento della preselettiva. In ballo ci sono oltre 45.000 posti, 33.000 per la scuola secondaria e 12.863 per infanzia e primaria: dal Ministero sanno che è necessario accelerare i tempi.

La prova preselettiva infanzia e primaria avrà 50 quesiti a risposta multipla e 50 minuti di tempo. Le domande sono così suddivise:
capacità logiche: 20 domande; comprensione del testo: 20 domande; normativa scolastica: 10 domande.

Per la preselettiva secondaria di I e II grado c'è un’ora di tempo e 60 quesiti a risposta multipla così suddivisi: capacità logiche: 20 domande; comprensione del testo: 20 domande; normativa scolastica: 10 domande; lingua inglese: 10 domande.

Lo svolgimento della prova sarà computer-based. Secondo la normativa, è previsto il rilascio di una batteria di test almeno venti giorni prima della prova effettiva. Resta da scogliere il nodo legato a questo, poiché se ci saranno più giornate di prove scaglionate, dovrebbero essere rilasciate altrettante batterie di test. Ma al di là di ogni incertezza, resta evidente che si proverà in tutti i modi a riattivare presto la macchina concorsuale per permettere ai candidati del concorso ordinario di sostenere la prova preselettiva.

I nostri Corsi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 ☎ +39 379 2353 568 🕑 ORARI SEGRETERIA 9/13 - 15/18
Internet a modo Srls p.i. 03701600789 
Privacy | Cookie
cart