Concorsi RIPAM. Nuove procedure per il contenimento del Covid

05/09/2020
FxL GIF Promo docenti Blog

I Nostri Enti

Nei giorni scorsi, è stato pubblicato il Protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid‐19 nello svolgimento dei concorsi pubblici di competenza della Commissione Ripam.

Il documento contiene, quindi, l’insieme di misure e punti da osservare per permettere il regolare svolgimento delle prove concorsuali gestite da Ripam.

Strumento necessario anche perché sono state ben 158.922 le candidature ai concorsi Ripam per 2.133 funzionari amministrativi e per l'8° corso SNA per l'assunzione di 315 allievi e il reclutamento di 210 dirigenti.

Ricordiamo che il progetto Ripam è un programma di riqualificazione della pubblica amministrazione, gestito da Formez PA – centro servizi, assistenza, studi e formazione per l’ammodernamento delle pubbliche amministrazioni.

 

Il protocollo è rivolto sia ai candidati che si presenteranno alle prove sia agli enti che gestiranno i concorsi.

 

I punti fondamentali riguardano:

  • dispositivi di protezione;
  • distanziamento;
  • squadre di soccorso;
  • sanificazione.

 

I dispositivi di protezione individuale da usare durante il concorso saranno:

  • mascherina;
  • guanti.

Dispositivi che dovranno essere indossati non solo dai candidati ma anche dagli operatori del concorso, ovvero tutto il personale presente nella sede del concorso e che dovrà garantire il corretto funzionamento dell’intera fase concorsuale: arrivi, ingressi, svolgimento ecc.

 

Ovviamente, dovrà essere garantito il distanziamento minimo di un metro tra i candidati sia durante l’accesso ai locali sia durante lo svolgimento delle prove.

 

Inoltre, durante lo svolgimento delle prove dovrà essere garantita la presenza di squadre di soccorso.

 

Il protocollo, in più, prevede la sanificazione costante dei locali:

  • bonifica preliminare dell’area concorsuale nel suo complesso valida per l’intera durata del concorso;
  • pulizia giornaliera;
  • sanificazione e disinfezione delle aule del concorso, dei locali, degli ambienti, delle postazioni di lavoro dei candidati, degli arredi, delle maniglie dopo l’espletamento di ciascuna prova concorsuale;
  • pulizia, sanificazione e disinfezione dei servizi igienici da effettuarsi con personale dotato di idonei prodotti;
  • adeguata raccolta e smaltimento dei rifiuti differenziati per categoria.

 

Ai candidati sarà richiesta l’autocertificazione e prima dell’accesso ai locali dello svolgimento della prova, sarà misurata la temperatura tramite l’utilizzo del termoscanner.

 

In questi giorni la commissione Ripam ha avviato una serie di indagini di mercato, regione per regione, per individuare le sedi che potrebbero ospitare le future prove.

La ricerca regione per regione è necessaria perché, ricordiamolo, tra le novità per lo svolgimento dei nuovi concorsi pubblici rientra lo svolgimento delle prove in sedi decentrate, ovvero in sedi dislocate lungo le diverse regioni italiane e non in un’unica struttura di una sola città (come ad esempio la Fiera di Roma), per evitare i trasferimenti interregionali e quindi limitare la diffusione del Covid.

Le strutture dovranno rispettare precisi requisiti per consentire l’adeguamento a tutte le misure previste dal protocollo.

Tra le misure richieste all’ente gestore rientrano:

  • la bonifica degli ambienti prima e dopo le prove;
  • la previsione di termoscanner e strumenti igienizzanti;
  • la predisposizione di locali sanificabili;
  • garantire la simultanea presenza di almeno 500 persone;
  • la previsione di strumenti informatici.

Ovviamente il pensiero alle strutture più idonee non può che andare a scuole, università, arene, palazzetti, fiere e simili. Specie i laboratori e le aule multimediali degli istituti scolastici possono essere delle buone soluzioni per lo svolgimento delle prove dei nuovi concorsi pubblici visto che, come affermato già più volte dalla ministra per la Pubblica Amministrazione, Fabiana Dadone, non si terranno più prove cartacee con foglio e penna, bensì prove computer based.

Puoi consultare gli avvisi per la ricerca delle sedi.

 

Puoi leggere tutte le misure previste dal protocollo, cliccando qui per il download.

 

Leggi anche:

Concorso unico RIPAM per 2.133 Funzionari amministrativi;

Concorso pubblico… quanto mi costi?

Formarsi promo CLIL per Blog

I nostri Corsi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 ☎ +39 379 2353 568 🕑 ORARI SEGRETERIA 9/13 - 15/18
Internet a modo Srls p.i. 03701600789 
Privacy | Cookie
cart