Le graduatorie per le supplenze: il punto sulla questione

Sei in:
03/07/2020
FxL GIF Promo docenti Blog

I Nostri Enti

Mentre ci si prepara al concorso docenti (trovi tutte le informazioni anche su 24 CFU e prova preselettiva), è il caso di mettere nella propria cassetta degli attrezzi un’altra informazione utilissima a chi è interessato ad avvicinarsi al mondo dell’insegnamento: l’iscrizione alle graduatorie per le supplenze.

È di questi giorni, infatti, l’uscita della bozza del Miur in ottemperanza al decreto legge 126/2019 relativa alle graduatorie per le supplenze che sta subendo diverse modifiche e ha messo in preallarme migliaia di insegnanti.

Quest’anno le graduatorie per le supplenze saranno riaperte e aggiornate per il biennio 2020/2021 e 2021/2022.

 

Ma cosa sono le graduatorie per le supplenze? Quali sono i requisiti d’accesso? Quali le novità?

Anzitutto è in corso l’iter per stabilire la trasformazione delle graduatorie d’istituto in graduatorie provinciali. Una volta terminato l’iter e ottenute le autorizzazioni adatte, il decreto di riapertura e aggiornamento delle graduatorie sarà pubblicato sul sito del Miur e verrà avviata la procedura di compilazione.

La finestra temporale di compilazione sarà di 15 giorni e la domanda potrà essere fatta solo online.

N.B.: è bene dire che tutte le informazioni sono in corso di aggiornamento e che le questioni potrebbero subire delle variazioni

 

Focus sulle graduatorie

La trasformazione delle graduatorie consisterà nella scelta della provincia da parte del docente. Le supplenze verranno conferite dopo l’assegnazione “pescando” dalle GaE (graduatorie ad esaurimento).

Questo dovrebbe garantire che le supplenze saranno già attive fin dall’inizio delle lezioni scolastiche e quindi, almeno teoricamente, i tempi di assegnazione dovrebbero essere più brevi.

Il Miur crede che in tal modo si possano evitare le sovrapposizioni dei conferimenti degli incarichi a cura dei Dirigenti Scolastici.

Dirigenti che saranno comunque responsabili delle assegnazioni dei conferimenti delle supplenze brevi, non scordiamo che il docente potrà scegliere 20 istituti.

Per le graduatorie provinciali sono previste due fasce

Sia per la scuola dell’infanzia e primaria che per la secondaria, l’accesso alla prima fascia è consentito ai docenti in possesso di abilitazione specifica, mentre possono accedere alla seconda fascia i docenti in possesso di laurea+ 24 cfu, ma anche chi era già inserito in fascia di istituto per il triennio 2017/2020.

Per le graduatorie d’istituto, cioè per quelle graduatorie che saranno utilizzate per l’attribuzione delle supplenze temporanee, le fasce previste sono tre:

  • la prima fascia è per i docenti abilitati inseriti nelle graduatorie ad esaurimento;
  • la seconda fascia è costituita dai docenti che si trovano nella prima fascia delle graduatorie provinciali e che scelgono fino a venti istituti scolastici, sono cioè quei docenti abilitati ma non inseriti nelle graduatorie ad esaurimento;
  • la terza fascia è aperta ai docenti della seconda fascia delle graduatorie provinciali che scelgono 20 istituti scolastici, vale a dire i docenti in possesso di laurea ma non abilitati.

Non rimane altro che attendere che il Miur dia il via alla procedura di compilazione.

Affrettati! Ricorda, infatti, che la finestra temporale a disposizione per la compilazione è di soli 15 giorni.

Formarsi promo CLIL per Blog

I nostri Corsi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 ☎ +39 379 2353 568 🕑 ORARI SEGRETERIA 9/13 - 15/18
Internet a modo Srls p.i. 03701600789 
Privacy | Cookie
cart