ATA: i corsi per aumentare i punti in vista di un’imminente riapertura delle graduatorie

Sei in:
02/10/2020
offerta eipass 7 moduli

I Nostri Enti

Il personale ATA può essere considerato come l’insieme di quelle figure che concorrono al buon funzionamento dell’istituzione scolastica.

Naturalmente l’accesso alle diverse figure è legato al possesso dei titoli necessari per l’ammissione alle graduatorie di riferimento.

Di solito l’aggiornamento delle graduatorie viene effettuato ogni tre anni per cui il prossimo aggiornamento sarebbe stato previsto per il 2021, ma è proprio di questi giorni la notizia che il Miur abbia intenzione di anticipare i tempi.

Sindacati, aspiranti ATA e soprattutto le istituzioni scolastiche sono concordi nel definire l’eventuale decisione giusta, viste e considerate le difficoltà legate alla gestione delle scuole stesse, specie in questo periodo.

Il personale tecnico amministrativo (Collaboratore scolastico; Collaboratore scolastico addetto all'azienda agraria; Assistente Amministrativo; Direttore dei servizi generali e amministrativi) infatti è necessario perché svolge funzioni «contabili, gestionali, strumentali, operative e di sorveglianza collegate all'attività delle istituzioni scolastiche».

 

Graduatorie e punteggio

L’accesso alla graduatoria è legato al possesso di un certo punteggio calcolato in base alla tabella di valutazione dei titoli pubblicata nel decreto n. 640 del 30 agosto 2017.

Per questo motivo è importantissimo scoprire come aumentare i punteggi per salire in graduatoria.

Sono diversi i modi ma i principali riguardano l’acquisizione di certificazioni che attestino un aumento di competenze professionali.

Considerando che l’accesso alla graduatoria ATA è possibile attraverso il possesso di un diploma, è ovvio che il titolo di laurea permetta l’aumento dei punteggi, ma oltre a questo titolo bisogna ricordare quanto siano necessari:

  1. le certificazioni informatiche;
  2. le attestazioni per dattilografi;
  3. l’idoneità in precedenti concorsi pubblici;
  4. le certificazioni che attestino la conoscenza dei programmi di scrittura o programmi video;
  5. le qualifiche legate alla frequenza di corsi socioassistenziali e sociosanitari.

 

Vediamo nel dettaglio i punteggi usando le tabelle di valutazione dei titoli:

  1. le certificazioni informatiche e digitali (come FDP 8 MODULI, ECDL, EIPASS, EIRSAF) (ordinanza n 3506 del 10 luglio 2017): per il punteggio si rimanda al decreto;
  2. gli attestati per dattilografia o attestati di addestramento professionale per i servizi meccanografici rilasciati al termine di corsi professionali istituiti dallo Stato, dalle Regioni o da enti di formazione riconosciuti dal Miur: 1 punto;
  3. l’idoneità in concorso pubblico per esami bandito dallo Stato o da enti pubblici territoriali. Si valuta una sola idoneità: 1 punto;
  4. gli attestati di qualifica professionale di cui all’articolo 14 della legge 845 del 1978, relativo alla trattazione di testi e/o alla gestione dell’amministrazione attraverso programmi di video scrittura o informatici: 1,5 punti;
  5. le qualifiche ottenute al termine di corsi socioassistenziali e sociosanitari rilasciati dalle Regioni: 1 punto.

Per maggiori informazioni consulta:

Personale ATA. Come aumentare il punteggio in vista di nuove possibili assunzioni;

Corso di dattilografia… e hai un punto in più nella graduatoria Ata;

Corso Lim… e aumenti il punteggio.

2 comments on “ATA: i corsi per aumentare i punti in vista di un’imminente riapertura delle graduatorie”

  1. Buongiorno,
    il corso digitale per collaboratore scolastico che punteggio darebbe?
    sono ancora in tempo per conseguirlo?

    grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

corsi accreditati

 ☎ +39 379 2353 568 🕑 ORARI SEGRETERIA 9/13 - 15/18
Internet a modo Srls p.i. 03701600789 
Privacy | Cookie
cart